Cardo Mariano

14,50


Gratis
Disponibilità:

da 2 pezzi € 13,77

da 5 pezzi € 14,50

Codice prodotto 2103
Categoria Tinture Madri
Marca Fitosofia
Disponibilità
Tempistica di preparazione prevista 1 giorni lavorativi

Segnala ad un amico

Altre domande ?

CARDO MARIANO Frutti - Tintura Madre

Qualità del Cardo Mariano: Caldo e secco.

Sapore della tintura madre di cardo mariano: Piccante amaro.

Azioni: Il Cardo Mariano Tonifica il Fegato e la Vescica biliare e favorisce il flusso biliare, insufficienza e degenerazione epatiche, cirrosi, splenomegalia, steatosi epatica. Tratta la stagnazione da Freddo e da Vuoto, nausea, cefalea, costipazione. Muove il sangue e tratta la congestione di sangue di Fegato: pallore, vertigini, unghie fragili, ipomenorrea, amenorrea, sonno disturbato. Stimola il cuore e la circolazione: ipotensione, varici, emorroidi. Espelle la Flemma.

Il Cardo Mariano ha un effetto epatoprottettivo, accelera il proceso di rigenerazione del parenchima epatico, aumentando l'attività metabolica delle cellule. E' un forte antiossidante, previene l'ossidazione dei lipidi e la distruzione delle membrane cellulari; inolte esplica una funzione di difesa nei confronti di numerose sostanze tossiche come l'alcol, il tetracloruro di carbonio, la galattosamina e le tossine dell'Amanita phalloides.

Organotropismo: fegato, sangue, cuore.

Tradizione e storia:
Nella credenza Cristiana le macchie bianche sulle foglie del Cardo Mariano sarebbero testimonianza delle gocce di latte di Maria, che si rifugia sotto la pianta di Cardo durante la fuga in Egitto con Gesù (da qui il nome Mariano). Sacra a Thor, è sempre stata usata per curare fegato e sangue. Nel 1680 Culpeper la ritiene utile per "rimuovere le ostruzioni del fegato e della milza". Nell'Ottocento, le si attribuiscono proprietà per i disordini del fegato, della circolazione e della Malinconia.

Leclerc conferma l'uso del Cardo Mariano per riequilibrare il sistema neurovegetativo, nel 1920 vengono confermate le proprietà di tonico venoso e ipertensivante. Nel 1970 cominciarono gli studi sull'azione rigenerante sulle cellule epatiche, dopo aver individuato nella silimarina il principio attivo principale della pianta.

Indicazioni secondo l'uso tradizionale del Cardo Mariano:
Cirrosi, Dispepsia, Emorragie, Emorroidi, Epatite virale, Ipotensione, Intossicazione epatica, Litiasi biliare, Malattia epatica alcolica, Terapia di supporto di epatite acuta o cronica, cirrosi ed epatite indotta da alcol, farmaci o tossine, Varici.

Controindicazioni:
In caso di gravi ostruzioni delle vie biliari. Da usare con attenzione sugli ipertesi, può alzare la presione sanguigna.

Interazioni:
Studi preliminari dimostrano l'interazione di Cardo Mariano con alcuni citocromi, si consiglia prudenza nell'utilizzo di farmaci metabolizzati da questi enzimi: CYP2C9: amitriptilina, diazepam, verapamil, warfarin; CYP3A4: indinavir; UGT: acetaminofene, torvastatina, diazepam, diossina, lamotrigina.

Effetti collaterali:
Può presentare occasionalmente effetti lassativi e più raramente nausea, diarrea, dispepsia, flatulenza e inappetenza. Raramente può determinare reazioni allergiche, dall'orticaria all'anafilassi in persone sensibili alle Asteraceae.

Dosaggio consigliato: 40 gocce diluite in poca acqua 3 volte al dì

Ingredienti: estratto idroalcolico (alcol, parte di pianta, acqua) in rapporto D/E da pianta fresca 1:4,5 di Cardo mariano (Silybum marianum L. Gaertn) frutti

Tenore medio degli ingredienti caratterizzanti per dose massima giornaliera pari a 120 gocce corrispondenti a 2,9 g di estratto idroalcolico di Cardo mariano

Formato: flacone in vetro da 50 ml con pipetta contagocce